Sostituzione Caldaia Condominiale: l’offerta di EquiWatt

Sostituzione Caldaia CondominialeSi sono da poco spenti gli impianti di riscaldamento. Oltre a prepararci per la bella stagione questo è per molti anche il momento di pensare ai lavori di sostituzione della caldaia condominiale.

Per alcuni si tratta di una necessità: la caldaia ha fatto i capricci durante l’inverno e vi ha lasciati al freddo! Per altri invece si tratta di approfittare della congiuntura favorevole: c’è ancora un anno prima dell’obbligo di installazione della contabilizzazione del calore, ma a dicembre scadranno le agevolazioni in termini di detrazione IRPEF al 65%… inoltre, quando tutti dovranno mettersi in regola contemporaneamente, i prezzi praticati dagli installatori saliranno alle stelle!

E allora, il nostro consiglio è quello di cominciare da subito ad organizzare i lavori. EquiWatt come al solito vi propone una modalità di lavoro un po’ controcorrente, che siamo certi porterà al miglior rapporto qualità prezzo! (Se vuoi portare in assemblea di condominio la nostra proposta, abbiamo preparato una versione pdf di questo testo, liberamente scaricabile).

La nostra offerta si articola su due linee diverse, una generalmente meno praticata (anche se paradossalmente dovrebbe essere la prassi!) ed una più “classica”. (altro…)

Il decreto legislativo 4 luglio 2014, n.102 è entrato in vigore!

gazzetta ufficialeSiamo felici di annunciarvi che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 165 del 18 luglio il decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102 , di attuazione della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.

Il decreto è entrato in vigore dal 19 luglio e prevede, partendo dal presupposto di raggiungere gli obiettivi “20-20-20”,  una serie di attività sia per portare avanti l’obiettivo di migliorare l’efficienza energetica che per migliorare la fruibilità dei servizi energetici da parte degli utenti finali.

La notizia è molto interessante sia per gli addetti ai lavori nel settore energetico, come EquiWatt, che per tutti i gestori e proprietari di impianti sia industriali che civili, infatti questo provvedimento vuole avviare un processo virtuoso di incentivazione del risparmio energetico su scala nazionale, cosa che riteniamo fondamentale per il futuro sia da un punto di vista ambientale che economico. (altro…)

Audit Energetico gratuito per la tua azienda!

Audit Energetico per AziendeCredi che la tua azienda abbia delle potenzialità in termini di risparmio energetico? Vuoi aumentare la tua competitività e ritieni che il miglioramento dell’efficienza energetica del ciclo produttivo sia uno dei fattori chiave di successo? Hai intenzione di investire sull’ammodernamento della tua azienda ma non sai da dove partire? 

Inizia ad approfondire senza impegno questi aspetti, richiedendo a EquiWatt la redazione di un Audit Energetico gratuito! 

Per maggiori informazioni, visita la pagina dedicata sul nostro sito o contattaci tramite i tradizionali canali che mettiamo a disposizione. 

Il nostro pontile diventa un brevetto!

Pontile Ecologico ReversibileUn rapido aggiornamento per quanto riguarda una delle creazioni alle quali teniamo di più: PER il Pontile Ecologico Reversibile, vincitore del concorso internazionale di idee “Le energie rinnovabili per le Isole Minori e le Aree Marine Protette Italiane“, ed. 2013.

Abbiamo da poco consegnato domanda di brevetto (RM 2014 A 000255), con l’intenzione di tutelare la nostra idea e passare alle successive fasi di sviluppo.

Stiamo valutando possibili collaborazioni per l’industrializzazione e la commercializzazione del nostro PER. Siamo perciò disponibili a valutare eventuali proposte di aziende interessate… fatevi avanti, corpo di mille balene!

Per maggiori informazioni, torna a visitare la pagina aggiornata sul nostro sito, nella quale è possibile da oggi scaricare liberamente la relazione dettagliata del progetto e una presentazione in slides.

PMI ed energie rinnovabili: finanziamenti agevolati dalla regione Lazio

La regione Lazio ha emanato questa estate un bando per le piccole e medie imprese che, in forma singola o aggregata, desiderano effettuare interventi per aumentare l’efficienza energetica, produrre energia da fonti rinnovabili o ricorrere alla co-generazione simultanea di energia elettrica e calore.

Nell’ambito di questi interventi sono concessi finanziamenti a tasso agevolato (mutuo chirografario) per la copertura del 100% delle spese ammissibili.

Il finanziamento è composto da due parti:FV

  • 75% a tasso zero;
  • 25% a tasso ordinario;

Le spese ammissibili sono relative a :

  • Acquisto materiali, realizzazione di infrastrutture di rete, lavori a corpo, a misura e in economia;
  • Studi e progettazione, consulenza energetica (audit energetici, A.P.E., studi di fattibilità), direzione lavori, sicurezza;
  • Spese generali (fino al 10% dell’importo complessivo);

Gli importi ammissibili sono compresi tra un minimo di 100’000 € ed un massimo di 5’000’000 €.

C’è tempo fino al 30 giugno 2014, o fino all’esaurimento dei 50 milioni di euro messi a disposizione dalla regione.

Qui è possibile scaricare il bando, mentre da qui si può accedere alla nostra pagina contatti per qualsiasi richiesta di informazione in merito  o richiedere le nostre prestazioni professionali.

regione

Proroga detrazioni IRPEF 65%: quali interventi e tempistiche

La legge di stabilità 2014 prorogherà gli incentivi alle detrazioni fiscali per la riqualificazione del patrimonio edilizio.

Tra gli interventi che potranno accedere alle detrazioni rientrano quelli relativi all’incremento dell’efficienza energetica, nonché quelli per le ristrutturazioni.

A queste ultime è equiparata anche l’installazione di impianti fotovoltaici domestici, cioè quelli al servizio delle abitazioni e con potenza fino a 20 kW.

Per gli interventi di ristrutturazione quindi, le detrazioni IRPEF sono:

  • 50%: fino al 31 dicembre 2014;
  • 40%: fino al 31 dicembrre 2015;
  • 36%: dal 1° gennaio 2016 in poi.

Gli interventi di riqualificazione energetica invece, sono quelli tesi alla:

  • Riduzione del fabbisogno energetico dell’edificio;
  • Installazione di impianti a fonti rinnovabili;
  • Sostituzione degli impianti di riscaldamento e degli scaldacqua con generatori di calore ad alta efficienza;

(altro…)

Proroga delle detrazioni fiscali per ristrutturazioni e risparmio energetico

Difficile trovare un'immagine che rappresenti il reddito IRPEF...

Difficile trovare un’immagine che rappresenti il concetto di IRPEF…

Il testo del Disegno di Legge di Stabilità 2014 approvato martedì scorso dal Consiglio dei Ministri prevede la proroga fino a tutto il 2014 sia della detrazione Irpef al 50% per le spese di ristrutturazione edilizia, sia della detrazione Irpef del 65% per le spese relative a interventi di risparmio energetico negli edifici.

Dal 2015, poi, il bonus per la ristrutturazione edilizia scenderà al 40%, mentre quello per gli interventi di risparmio energetico scenderà al 50%. Dal 2016 entrambi gli incentivi torneranno al 36%, come già previsto dall’attuale legislazione ordinaria.

Per conoscere tutti gli interventi agevolabili visita la pagina dedicata sul nostro sito.

La nostra proposta per il fotovoltaico: impianti innovativi a costo zero

La nostra nuova offerta consente al cliente di avere un impianto fotovoltaico sul proprio tetto senza alcun impegno: dal punto di vista economico non è richiesto alcun investimento, mentre dal punto di vista tecnico possiamo garantire una installazione rapida ed il monitoraggio in remoto delle prestazioni del vostro impianto. Vi accorgerete dell’impianto solo quando comincerete a guadagnare!

Gli effetti del Quinto conto energia (in vigore fino a dicembre 2014) sul settore del fotovoltaico sono sotto gli occhi di tutti: l’abbassamento dell’incentivo ha causato una sostanziale riduzione dei costi di realizzazione “chiavi in mano” degli impianti, continuando a garantire un certo margine di guadagno anche in situazioni di crisi come quella che stiamo vivendo. Purtroppo le difficoltà di accesso al credito e un generale scetticismo sulla convenienza degli impianti fotovoltaici hanno di molto frenato gli investimenti in questo settore.

Per nostra indole però, a crisi associamo sempre la parola opportunità, cercando anche nei momenti più difficili di trovare soluzioni innovative e che rappresentino un’occasione per realizzare al meglio il nostro lavoro nell’ambito delle energie rinnovabili e del risparmio energetico.

I nostri partener

In un periodo nel quale si assiste alla solita rincorsa verso offerte al ribasso, a scapito del servizio erogato e della bontà dei materiali proposti, EquiWatt ha deciso di puntare verso un prodotto di qualità, riuscendo a garantire prestazioni di gran lunga superiori rispetto agli impianti fotovoltaici attualmente proposti nel mercato.

Adottando la tecnologia prodotta da UpSolar (per quanto riguarda i moduli fotovoltaici) e SolarEdge (per inverter e ottimizzatori di potenza), proponiamo impianti innovativi e performanti, a condizioni economiche molto interessanti per l’utilizzatore finale. (altro…)

Conto termico: un incentivo per risparmio energetico e rinnovabili termiche

Recentemente, col decreto firmato il 28/12/2012 (Conto Termico) congiuntamente dai Ministeri dello Sviluppo Economico, dell’Ambiente e delle Politiche Agricole, è stato introdotto un radicale cambiamento nell’incentivazione di soluzioni orientate al risparmio di energia termica in tutte le sue forme.

Finora infatti, mentre la produzione di energia elettrica fotovoltaica godeva di corposi contributi (Conto Energia), la produzione o il risparmio di energia termica si avvalevano solo del rimborso del 55% della spesa sostenuta; questo però avveniva con modalità tali da non rendere particolarmente appetibile il ricorso a questa forma di incentivo: il rimborso infatti era nella forma di una detrazione IRPEF, per di più dilazionata su un ampio periodo (10 anni).

Il nuovo Conto Termico stanzia 900 milioni di euro annui per gli incentivi: 700 milioni per i privati e 200 per le pubbliche amministrazioni.

Le sovvenzioni andranno a coprire fino al 40% delle spese sostenute per l’impianto. L’importo sarà suddiviso in rate annuali (con durata di 2 o 5 anni, a seconda del tipo di intervento), versate direttamente sul conto del proprietario dell’impianto dal GSE(Gestore Servizi Energetici).

I destinatari dell’incentivo sono specificatamente i piccoli interventi: per ogni categoria tecnologica c’è infatti un tetto massimo all’incentivo che esclude investimenti di tipo speculativo (che hanno invece contraddistinto l’accesso al Conto Energia fotovoltaico).

Gli interventi di incremento dell’efficienza energetica incentivabili per le Amministrazioni Pubbliche riguardano i seguenti interventi (tra parentesi la durata dell’incentivo, che è in rate annuali costanti):

  • Isolamento termico di superfici opache delimitanti il volume climatizzato (5 anni);
  • Sostituzione di chiusure trasparenti comprensive di infissi delimitanti il volume climatizzato (5 anni);
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti utilizzanti generatori di calore a condensazione (5 anni);
  • Installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti (5 anni).

(altro…)

Do it yourself!

Do It Yourself!

Dopo aver ricevuto numerose richieste e manifestazioni di interesse riguardo i cartelloni pubblicitari fotovoltaici da noi ideati, abbiamo deciso di rimettere in discussione il progetto, tentando un’ulteriore ottimizzazione delle componenti mirata a ridurre il costo finale dell’opera.

Per far questo è necessario monitorare per un periodo significativo le prestazioni dell’impianto fotovoltaico stand-alone alloggiato sui cartelloni stessi. In particolare abbiamo bisogno di un data logger che registri in ogni istante della giornata l’energia prodotta dai pannelli, quella accumulata nelle batterie e quella consumata dalle lampade LED.

Dopo una breve ricerca di mercato, ci siamo resi conto che le soluzioni commerciali che potevano fare al caso nostro presentano dei costi assolutamente proibitivi per gli obiettivi del progetto.

Abbiamo dunque deciso di mettere a frutto le nostre (poche!) conoscenze di elettronica e realizzare un prototipo di data logger che possa soddisfare le nostre necessità, senza gravare eccessivamente sul costo dell’opera (il nostro obiettivo è quello di contenere le spese al di sotto di 50€). Per la realizzazione di questo strumento abbiamo deciso di utilizzare il microcontrollore open-source Arduino prodotto in Italia e una serie di componenti elettroniche da assemblare.  

Quindi… millefori, terza-mano, saldatore, tanta pazienza… e, in un tempo ragionevolmente breve, ecco venir fuori i primi incoraggianti risultati.

A breve finalizzeremo il tutto e pubblicheremo la “ricetta” completa hardware e software, continuate a seguire il nostro blog!